Home » Un tour nelle Fabbriche della Sostenibilità e tre giorni a Trento con i grandi esperti Dall'1 al 6 marzo la Green Week

Un tour nelle Fabbriche della Sostenibilità e tre giorni a Trento con i grandi esperti

Dall'1 al 6 marzo la Green Week

Ecco il programma

COMUNICATO STAMPA

Trento, 15 febbraio 2016 – È da oggi disponibile sul sito www.veneziegreen.it il programma dell’edizione 2016 della Green Week. ”Io non spreco” sarà il tema conduttore della sei giorni articolata seconda due modalità:  

nei primi tre giorni una serie di appuntamenti in 10 “fabbriche della sostenibilità” che vedranno protagoniste aziende come Nice e Magis, Diadora e Lago, l’Interporto di Padova e Lattebusche, Agricola Grains e Cielo e Terra, la Centrale idroelettrica di Ponte Mas e Grafica Veneta. Alle visite si affiancheranno in alcuni casi degli incontri di presentazione, come quello alla Magis che vedrà protagonista Emilio Rigatti, con il suo ultimo libro Minima Pedalia (Ediciclo), o nel Camposampierese per discutere con i sindaci del territorio e studiosi come Giancarlo Corò e Paolo Gurisatti della governance delle grandi aree metropolitane europee, o, infine, per discutere del libro del climatologo di fama mondiale Gianni Silvestrini a Belluno.

Da venerdì 4 a domenica 6 marzo, invece, la Green Week arriverà a Trento per una tre giorni di incontri e confronti sulla sostenibilità promossa da VeneziePost, Università di Trento, Fondazione Edmund Mach e Trentino Sviluppo che hanno curato un ricco calendario di incontri e dibattiti.

Ad aprire il programma, la mattina di venerdì 4 marzo, Alessandro Profumo, Innocenzo Cipolletta e Massimo Nicolazzi, che discuteranno della geopolitica dell’energia e delle sue ricadute sulla finanza globale; nel pomeriggio di venerdì, il dibattito “eAmbiente incontra  il made in Italy sostenibile” vedrà protagonisti imprenditori tra cui il presidente di Diadora, Enrico Moretti Polegato, per discutere di sostenibilità come driver per lo sviluppo. Grande spazio poi ai temi del “green building” con un evento promosso da Habitech e da GBC Italia, ai temi della smart city e del green living, dove interverranno personalità come Daniele Lago, dell’ominimo marchio di design, e Fabio Brescacin, presidente della catena di negozi biologici Ecor NaturaSì, oltre a designer del calibro di Aldo Cibic. Il tema della riduzione degli sprechi alimentari, oltre essere affrontato al mattino da Andrea Segrè, tornerà nel pomeriggio con il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente, Barbara Degani, che parlerà del Progetto Reduce dedicato alla comunicazione istituzionale della sostenibilità. E ancora, Informatica Trentina affronterà con Roberto Siagri, presidente e amministratore delegato di Eurotech, l’apporto che le nuove tecnologie possono appartare per ridurre gli sprechi, mentre alla sera al MUSE-Museo delle Scienze, il Maestro Mario Brunello e Gianni Silvestrini presenteranno in due eventi concomitanti i propri libri, intitolati rispettivamente Silenzio (Il Mulino) e -2° C. Innovazioni radicali per vincere la sfida del clima e trasformare l’economia (Edizioni Ambiente). Nel pomeriggio di venerdì 4 marzo, in programma anche la cerimonia di consegna del Premio VeneziePost Radical Green ai 10 casi di imprenditoria e innovazione sostenibile più rilevanti degli ultimi 12 mesi.

Altrettanto ricca la giornata di sabato 5 marzo, a partire dalla presentazione dell’edizione 2016 di GreenItaly di Symbola-Fondazione per le Qualità Italiane, che vedrà presente il segretario generale Fabio Renzi. Finanza e Green Economy, la gestione delle risorse idriche e il futuro delle rinnovabili costituiranno altri importanti appuntamenti della mattinata, così come gli incontri dedicati all’economia collaborativa, organizzato dalla Fondazione Eni Enrico Mattei e quello sulla Carta di Milano promosso dalla Fondazione Giangiacomo Feltrinelli. Il pomeriggio di sabato 5 marzo si aprirà con una serie di ospiti di eccezione: dai conduttori di Caterpillar, Massimo Cirri e Sara Zambotti, che racconteranno delle recenti campagne lanciate su questi temi, da “M’illumino di meno” a “Bike the Nobel”, ad “Alimentazione e Genetica”, dibattito di presentazione de La dieta Smartfood (Rizzoli), la prima dieta in Italia ad essere approvata scientificamente (dallo IEO-Istituto Europeo di Oncologia), che la giornalista Eliana Liotta ha scritto con Lucilla Titta, coordinatrice del programma Smartfood allo IEO. Sempre nello stesso pomeriggio, Università, Fondazione Edmund Mach e Trentino Sviluppo presenteranno una serie di incontri e tavole rotonde sulla mobilità sostenibile e sul tema decisivo dell’utilizzo del suolo. In Trentino non poteva di certo mancare, infine, un confronto sulle nuove frontiere della frutticultura, in particolare della coltivazione della “mela di domani”, così come, la giornata non poteva concludersi senza l’invito alla presentazione del libro Compratevi una bicicletta di Federico Del Prete, organizzato in collaborazione con la casa editrice Ediciclo.

La giornata conclusiva della Green Week – domenica 6 marzo –  si svolgerà interamente al MUSE-Museo delle Scienze, che ospiterà una serie di incontri scientifici – per tutte le età, oltre alle narrazioni scientifiche curate da Fondazione Edmund Mach. Da non perdere, sempre al MUSE, la lectio magistralis di Jan Olof Lundqvist, grande ospite internazionale della manifestazione, che interverrà sul tema “Save the Water”. E ancora, nel pomeriggio, spazio al rapporto tra “Cultura, turismo e rilancio dei territori” e ai nuovi scenari per le imprese italiane dopo l’Accordo di Parigi.  Conclusione, alle 16.30, con l’evento speciale di presentazione delle eccellenze trentine della green economy.

I LUOGHI DELLA MANIFESTAZIONE

Da venerdì 4 a domenica 6 marzo, cuore della Green Week sarà il centro di Trento: sedi principali degli eventi il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università e la Sala Falconetto di Palazzo Geremia (Comune di Trento), oltre naturalmente al MUSE-Museo delle Scienze che ospiterà tutti gli eventi della domenica.

Nei tre giorni della manifestazione, inoltre, il centro storico della Città sarà animato anche grazie alla distribuzione gratuita di mele, grazie alla collaborazione con Assomela e Melinda. I bar e i ristoranti della città (elenco completo su www.veneziegreen.it) metteranno infine a disposizione le vaschette reFood – ovvero le doggy bag – : il pubblico potrà così dare il proprio contributo attivo alla riduzione degli sprechi alimentari.

COME PARTICIPARE

Il programma completo della Green Week è disponibile online sul sito www.veneziegreen.it. Tutti gli eventi della Green Week sono ad ingresso libero: per avere garanzia di posto a sedere in sala, è consigliata la registrazione online sul sito seguendo le indicazioni in calce a ciascun evento.

 LA GREEN WEEK IN RETE

Punto di riferimento per aggiornamenti in progress sulla Green Week è il sito internet www.veneziegreen.it. E’ già molto attiva la comunità di Facebook (alla pagina ufficiale https://www.facebook.com/greenweekvenezie/) e di Twitter, disponibile al profilo @VenezieGreen; hashtag ufficiali della manifestazione #greenweek16 #greenweek.

CREDITS | IO NON SPRECO

La Green Week | Io non spreco è un progetto promosso da VeneziePost, Università degli Studi di Trento, Fondazione Edmund Mach, MUSE–Museo delle Scienze, Trentino Sviluppo-Progetto Manifattura

Partner: Assomela, eAmbiente, Informatica Trentina, Melinda, Trentino progetti

Content partners: Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Eni Enrico Mattei, Symbola-Fondazione per le Qualità Italiane

Media Partner: SetteGreen, Corriere del Veneto, Corriere del Trentino, La Nuova Ecologia

In collaborazione con: BioEcoGeo, reBOX, GBC Italia, Habitech, Ediciclo