Home » La scarpa a Km zero e i cereali antisprechi Via alla Green Week

La scarpa a Km zero e i cereali antisprechi Via alla Green Week

Da Il Corriere del Veneto | Diadora, per esempio. La calzatura a chilometro zero. Produzione in house, responsabile, eco-compatibile, nel contesto di uno stabilimento che impiega energie rinnovabile. 

Diadora, per esempio. La calzatura a chilometro zero. Produzione in house, responsabile, eco-compatibile, nel contesto di uno stabilimento che impiega energie rinnovabile. Secondo un progetto iniziato nel 2015, curato dalla società di advisory ambientale eAmbiente, e piano che ha portato all’accreditamento da parte di un ente di certificazione a livello globale. Una delle dieci aziende protagoniste del tour «Le fabbriche della sostenibilità», un percorso di tre giorni all’interno della «Green Week, dall’1 al 6 marzo tra Veneto e Trentino. Le altre «Fabbriche della Sostenibilità» sono Nice, Magis, Agricola Grains, Interporto di Padova, Cielo e Terra, Grafica Veneta, Lago, Centrale Ponte Mas e Lattebusche. Uno spaccato della produzione green delle Venezie, con innovazioni nell’energia, nella logistica, nell’architettura, nell’agroalimentare, nel design e automazione.
Così si potrà visitare, nel Padovano, (Arre, mercoledì 2 marzo) l’Agricola Grains, azienda che ha investito in un progetto sull’abbandono di coltivazioni chimiche, e il consolidamento nel campo della raccolta e della commercializzazione di cereali di tipo biologico. Ma anche, nel Vicentino (sempre mercoledì 2 marzo), Cielo e Terra, prima azienda vinicola del Paese ad aver introdotto il leaning management che consente di eliminare sprechi.
Ma c’è molto altro nella «Green Week», forum di discussione su green economy, innovazione, sostenibilità. Che metterà a confronto su questi temi esperti internazionali, istituzioni e imprese. La manifestazione è promossa da VeneziePost con eAmbiente, Lattebusche, Flormart e Confindustria Belluno, con il patrocinio del Comune di Trebaseleghe (Padova) e della Federazione dei comuni del Camposampierese.
Ieri mattina, in fiera a Padova, la presentazione dell’evento. Per la presidente di eAmbiente, Gabriella Chiellino, «Sulla scorta di studi di della Fondazione Symbola e Unioncamere, il Veneto, con 34.700 imprese green, è secondo solo alla Lombardia, con 71mila». L’ad di PadovaFiere, Daniele Villa, ha lanciato il concorso internazionale di architettura del paesaggio Flormart Garden Show, collegato al salone del Florovivaismo e giardinaggio Flormart, dal 21 al 23 settembre. Con la collaborazione di Uniscape, rete di 52 università per l’attuazione della convenzione europea del paesaggio. Due sezioni, per un montepremi di ventimila euro: una dedicata ai progetti di giardini temporanei; l’altra premierà i tre migliori lavori relativi alla riqualificazione di una area industriale sui Colli euganei di proprietà di Fischer Italia, main sponsor del progetto.
Tutto il programma completo di «Green Week» online su www.veneziegreen.it. Le conclusioni, a Trento, dal 4 al 6 marzo, 30 appuntamenti in tema di sostenibilità, organizzati in collaborazione con Università di Trento, Muse-Museo delle Scienze, Fondazione Edmund Mach e Trentino Sviluppo Progetto Manifattura.

Di MARCO DE’ FRANCESCO