Green week, porte aperte in 10 aziende beriche

Il Giornale di Vicenza

Acque del Chiampo, Cielo e Terra, Lucaprint, Verallia, Medio Chiampo, Dani, Fitt Conc. Montebello, Corichem

Sono 10 le aziende vicentine protagoniste della nuova edizione della “Green Week”: «Tra martedì 25 e giovedì 27 febbraio – fa sapere una nota – la manifestazione prevede un tour tra le “Fabbriche della sostenibilità italiane” e per l’occasione in terra berica apriranno le loro porte Acque del Chiampo, Fitt, Cielo e Terra vini, Laprima Plastics (vedi sopra), Lucaprint, Verallia, Medio Chiampo, Dani, Conceria Montebello e Corichem». L’iniziativa si sposterà poi a Trento per tutto il week end sotto forma di festival promosso tra gli altri da ItalyPost, Fondazione Symbola, Università ed enti locali trentini, museo Muse, fondazione Bruno Kessler.È proprio il Vicentino a fare la parte del leone della Green week che «come negli scorsi anni proporrà l’ormai tradizionale tour nelle “Fabbriche della sostenibilità” alla scoperta di oltre venti aziende d’eccellenza protagoniste dell’innovazione nel campo dell’ecosostenibilità, dalla Toscana al Friuli Venezia Giulia, passando per Lombardia, Veneto e Trentino. Aziende che investono, anche come leva competitiva, su tematiche quali economia circolare, riuso, gestione dei rifiuti in ottica sostenibile e abbattimento delle emissioni, risparmio energetico e nuove forme di energia, nuove tecniche costruttive e sostenibilità dei mezzi di trasporto, responsabilità sociale e ambientale d’impresa».

In particolare i riflettori si accenderanno sul settore della concia, con le porte aperte, nel distretto della valle del Chiampo e non solo, ad imprese come Dani, Conceria Montebello, Medio Chiampo, Corichem e il toscano Consorzio Cuoiodepur, ma anche Acque del Chiampo che gestisce il servizio idrico integrato di 10 Comuni dell’ovest vicentino.E poi aziende che operano nel settore energia, come Snam, Linea Green e Dolomiti Energia, e imprese dell’agroalimentare come Melinda, Cielo e Terra Vini e Agugiaro & Figna Molini. Ancora, fabbriche che producono cosmetici, aziende del design come Lago (main sponsor del festival), e del packaging come Verallia e appunto la vicentina Lucaprint, acciaierie come Abs Acciaierie Bertoli Safau o aziende leader nel settore dei materiali per le costruzioni come Italcementi, Buzzi Unicem e la berica Fitt. E le Cartiere del Garda, o aziende che lavorano con i tessuti come Ratti (che peraltro fa capo al gruppo Marzotto) e Tessuti di Sondrio, o aziende dei trasporti, come Italscania. Tra le “Fabbriche della sostenibilità di quest’anno – rimarca la nota – ci saranno anche aziende che fondano la loro produzione sul riciclo, come Amorim Cork e appunto la vicentina Laprima Plastics.Tra gli ospiti dell’edizione del festival, poi, si notano anche Stefano Micelli, docente di Economia e gestione delle imprese all’Università Ca’ Foscari e presidente di Progetto Manifattura, Luca Vignaga amministratore delegato Marzotto Lab, Giovanni Bonotto direttore creativo de La Fabbrica Lenta, Filippo Dall’Amico direttore Laprima Plastics. Alla kermesse trentina ci saranno anche i protagonisti della finanza sostenibile e importanti nomi del mondo dell’architettura, come il vicentino Aldo Cibic, fondatore di Cibicworkshop e docente di Design & innovation alla Tongji university Shanghai, Carlo Cappai e Maria Alessandra Segantini, architetti dello studio C+S Architects.