Alessandro
Andreatta
Nato a Trento il 4 febbraio 1957, diplomato al liceo Prati, si trasferisce a Padova dove si laurea in Lettere moderne. Comincia la sua carriera di insegnante di lettere presso il liceo scientifico dell’Arcivescovile (diventa membro del Consiglio Provinciale 1991-1996).

Consigliere comunale dal 1995, ha presieduto la Commissione cultura e istruzione. È stato tra i promotori della Civica Margherita e a ottobre 1998 ha assunto l’incarico di Assessore all’urbanistica e all’edilizia privata, ruolo confermato in seguito alle elezioni del maggio 1999, dove ha ricoperto l’incarico di assessore all’ambiente e di Vicesindaco.

L’8 maggio 2005 è riconfermato vicesindaco di Trento per la Civica Margherita e da settembre 2008, dopo aver aderito al PD, sostituisce, come sindaco reggente, Alberto Pacher.

Il 22 febbraio 2009 ha vinto le primarie del centro-sinistra autonomista, diventando così candidato sindaco della coalizione.

Alle elezioni del 3 maggio 2009 è stato eletto Sindaco di Trento al primo turno con il 64,42% delle preferenze.

Dopo il primo mandato dal 2009 al 2015, è stato riconfermato Sindaco di Trento per la legislatura 2015-2020 eletto al primo turno con il 53,7% delle preferenze.
venerdì 1 marzo 2019 / ore 11:00 - 12:45
Palazzo Paolo Prodi (Dipartimento di Lettere), Auditorium
Cerimonia di inaugurazione / Competere, innovare, includere: la green economy tra local e global
Saluti istituzionali
Alessandro Andreatta, sindaco di Trento
Sergio Anzelini, presidente Trentino Sviluppo
Luigi Crema, responsabile Unità area ARES FBK-Fondazione Bruno Kessler
Michele Lanzinger, direttore MUSE-Museo delle Scienze
Intervengono
Antonio Calabrò, vicepresidente Assolombarda, autore del libro “L’impresa riformista” (Egea)
Paolo Collini, rettore Università di Trento
Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola
Andrea Segrè, presidente Fondazione Edmund Mach
Conduce
Elisabetta Soglio, responsabile Buone Notizie-Corriere della Sera