Michela
Favero
Nata nel 1962, si è laureata presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia. Inizia la sua attività lavorativa a Trento, dove è stata architetto libero professionista e funzionario della Soprintendenza per i Beni architettonici. Negli anni 1990-2009 ha seguito progetti di recupero e restauro d’importanti complessi monumentali (fra i più notevoli il Castello del Buonconsiglio e Castel Thun) e ha curato il restauro di prestigiosi palazzi della provincia. In qualità di funzionario della Soprintendenza, è stata anche responsabile del coordinamento del Progetto Grande Guerra. In questo contesto ha coordinato molti programmi di valorizzazione del patrimonio storico della prima guerra mondiale in territorio trentino. Come architetto esperto in fortificazioni ha progettato e realizzato i restauri del Forte Corno nel comune di Praso, del forte di Cadine e dei percorsi storici sul Doss Trento. Ha tenuto numerose conferenze in tema e pubblicato alcuni lavori.

Da alcuni anni lavora presso l’Università degli studi di Trento, dove si occupa, come responsabile dei Servizi di Architettura, del coordinamento, programmazione, progettazione ed esecuzione dei progetti edilizi di Ateneo.

In particolare ha seguito come progettista e direttore dei lavori alcuni restauri del patrimonio edilizio esistente fra cui la sede delle ex Scuole Damiano Chiesa a Rovereto e del Centro CIMeC presso le ex Manifatture Tabacchi di Rovereto.

E’ attualmente impegnata nella direzione dei lavori della Nuova Biblioteca del Dipartimento di Ingegneria di Mesiano, nel progetto di riutilizzo funzionale di Palazzo Sardagna e dell’adiacente palazzo delle ex Poste sede del Rettorato a Trento, e nella progettazione degli edifici del comparto edilizio delle ex Manifatture Tabacchi.

Segue altri progetti per la pianificazione degli interventi finalizzati al recupero del patrimonio edilizio esistente e iniziative di gestione strategica per la realizzazione di nuove sedi.
sabato 2 marzo 2019 / ore 09:30 - 18:00
Palazzo Paolo Prodi (Dipartimento di Lettere), Aula 1
Seconda giornata della sostenibilità ambientale in UniTrento
Ore 9.30 | INTRODUZIONE
Introduce
Marco Ragazzi, docente di Ingegneria Sanitaria-Ambientale, delegato rettorale alla Sostenibilità ambientale Università di Trento
Ore 9.45 | ESPERIENZE DI RICERCA E SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE
Intervengono
Paolo Baggio, docente di Fisica tecnica, direttore vicario del Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica Università di Trento
Lorenzo Giovannini, ricercatore, esperto di meteorologia e fisica dell'atmosfera Università di Trento
Rossano Albatici, docente di Architettura tecnica, esperto in comfort ambientale e progettazione bioclimatica Università di Trento
Ore 12 | LA RETE DELLE UNIVERSITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE
Interviene
Vincenzo Torretta, docente di Ingegneria Sanitaria-Ambientale, referente per la Rete delle Università per lo Sviluppo Sostenibile Università dell'Insubria
Ore 14.30 | ASPETTI FORMATIVI DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE IN ATENEO
Intervengono
Cecilia Pradella, laureata in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio Università di Trento
Nicola Tamanini, collaboratore di ricerca sul tema della gestione dei rifiuti solidi in contesti in via di sviluppo Università di Trento
Ore 15.30 | ASPETTI APPLICATIVI DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE IN ATENEO
Intervengono
Marco Schiavon, assegnista di ricerca sul tema della sostenibilità ambientale di Ateneo Università di Trento
Michela Favero, coordinatrice del progetto, direttore dei lavori della nuova biblioteca di Mesiano Università di Trento
Oscar Nichelatti, progettista degli impianti della nuova biblioteca Mesiano Unitec Group
Ore 16.30 | ASPETTI PARTECIPATIVI DELLA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE IN ATENEO
Intervengono
Marco Ragazzi, docente di Ingegneria Sanitaria-Ambientale, delegato rettorale alla Sostenibilità ambientale Università di Trento
Filippo Sicchiero, studente e promotore dell'associazione Sostenibilità Ambientale Universitari Università di Trento
Marco Bonfiglio, studente e promotore dell'associazione Sostenibilità Ambientale Universitari Università di Trento
Studenti associazione Ingegneria Senza Frontiere - Trento,
Interventi liberi per la raccolta e prima discussione di proposte di sostenibilità ambientale da parte della community di ateneo