Sonia
Sandei
Genovese, diploma di Liceo Scientifico al Leonardo Da Vinci, laureata in Economia e Commercio, con lode, alla Facoltà di Genova, successivamente ha conseguito il Master in Logistica e Trasporti presso, SOGEA, Scuola di Business di Confindustria Genova. Da sempre impegnata nella realizzazione di modelli innovativi e sostenibili di sviluppo, ha una consolidata esperienza professionale nel campo energetico e digitale, dalle fonti fossili tradizionali alle energie rinnovabili fino alle smart city ed alle soluzioni di efficienza energetica, generazione distribuita e mobilità elettrica. Ha operato con ruoli di responsabilità in aziende multinazionali nel settore energetico e telecomunicazioni (Eni, Telecom Italia ed Enel) ed ha partecipato allo start up di Enel Green Power, la società del gruppo che ha guidato lo sviluppo delle fonti rinnovabili in Italia e nel mondo, e di Enel X, la società nata tre anni fa per accelerare la transizione energetica. Dal Gennaio 2021 ricopre il ruolo di Head of Electrification in Enel, con la missione di gestire l’elettrificazione dei consumi ed accelerare la transizione energetica, attraverso nuovi modelli di business e di consumo in particolare legati al trasporto elettrico pubblico, alla mobilità elettrica privata, all’efficienza energetica dei consumi finali ed industriali ed alla rigenerazione urbana. Dal 2021 Vice Presidente di Confindustria Genova, con alla transizione ecologica del porto ed all’execution del PNRR. Dal 2017 al 2021 Vice Presidente di Confindustria Genova, con delega all’Energia ed alle Infrastrutture. Nel 2018 nominata dal Sindaco di Genova, Marco Bucci, “Ambasciatrice di Genova nel Mondo” Da ottobre 2019 entra a far parte del Comitato di indirizzo di Eticlab. Impegnata dal 2008 nelle Associazioni Confindustriali Territoriali, a partire dalla Presidenza per due mandati della Sezione Energia di Unione Industriali Torino (primo presidente donna di sezione Energia); membro del Direttivo e della Giunta di UI Torino per quattro mandati. In Confindustria Genova è stata per tre mandati Vice Presidente della Sezione Energia; membro della Giunta, della Commissione Energia e della Commissione Portuale. Come Vice Presidente di Confindustria ha istituito due commissioni: Rigenerazione urbana e Mobilità sostenibile. Le attività della commissione di rigenerazione sono state concentrate sull’area di Sampierdarena, nella logica di un progetto di rigenerazione urbana che porti al centro della città l’Agenda 2030 (tavolo multistakeholder). Ha siglato il Memorandum d’intesa Confindustria Genova – Valore D per promuovere un’opera di sensibilizzazione sul tema dell’occupazione femminile e dell’equità di genere come fattore di innovazione e di crescita per le aziende con focus su pay gap. Ha contribuito a disegnare il protocollo d’intesa Liguria 2030, firmato come Confindustria, quale segno della volontà di portare il proprio contributo nella co-progettazione e realizzazione di azioni finalizzate a promuovere il radicamento dei 17 Obiettivi di Agenda 2030 sul territorio ligure e a monitorarne l’attuazione. Tra le azioni per declinare il protocollo d’intesa Liguria 2030, ha organizzato la Lectio magistralis, con la collaborazione di fondazione carige, con il Prof. Nigel Tapper, climatologo dell’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), esperto di processi di urbanizzazione e resilienza climatica, che nel 2007 vinse il Premio Nobel per la Pace insieme ad Al Gore.
I progetti salienti della sua carriera professionale anticipano con straordinari capacità di visione e coraggio, i nuovi trend della transizione energetica e digitale, ne gestiscono la complessità e l’innovazione sia in termini di modelli economico-finanziari (partnership pubblico privato), societari (le prime Joint venture miste), di impalcatura giuridico legislativa (regimi concessori) ed  infine di complessità tecnologica, dando l’avvio alla grande wave della gestione olistica dei sistemi complessi. Quando gli scettici negavano la rilevanza potenziale delle fonti rinnovabili, ritenendole residuali ed alternative, ha siglato con Regione Liguria del primo Protocollo in Italia per lo sviluppo delle fonti rinnovabili, a partire dal Porto di Genova (eolico e pv). Nel 2012, per dare seguito al Protocollo, ha presentato ad Autorità Portuale di Genova il primo progetto di mini eolico su Diga Foranea, che prevedeva una potenza installata di 7,8 MW, con 39 mini turbine da 119 kW, una produzione Energetica di 12 GWh/anno ed emissioni evitate di Co2 pari a 5966 t/anno, So2: 11.2 t/anno, No2: 6.98 t/anno, polveri sottili: 0.35 t/anno ed un fabbisogno Energetico Coperto pari a 6680 famiglie. Il progetto ottenne la concessione ma fu bocciato da Anac con parere vincolante negativo nel corso del procedimento di VIA. Durante la sua esperienza in Enel Green Power, ho collaborato con l’Arch. Renzo Piano per il brevetto “Libellula”, un mini generatore eolico sostenibile, perfettamente integrato in modo “naturale” con il territorio, come le ali di una libella. E’ stata tra i soci fondatori dell'Associazione Genova Smart City nel 2010, prima associazione nata in Italia, sul tema della Smart City, che si è configurata come pilastro fondamentale delle politiche di evoluzione della città verso uno sviluppo ambientalmente ed economicamente sostenibile. Ad oggi è membro del direttivo dell’associazione stessa. Nel 2010, Genova è stato anche scenario del primo progetto pilota di infrastrutture di ricarica, con 12 colonnine installate da Enel in città, seguito poi da altre città italiane. Nel 2017 ha siglato il MOU con Istituto Italiano di Tecnologia, per installare il primo progetto di ricarica per auto elettriche con Vehicle to grid, VTG, ovvero colonnine in grado di dialogare dinamicamente con la rete elettrica, utilizzando le batterie delle auto come storage. Nel 2018 viene siglato, con il Comune di Genova, il primo protocollo d’intesa in Italia per infrastrutturare la città con colonnine di ricarica elettrica e Genova diventa, nell’aprile 2019, la prima Città metropolitana d’Italia in cui è stato completato il piano d’installazione di 200 punti di ricarica elettrica. Nel 2018 ha anche presentato un progetto innovativo in modalità partnership pubblico privato per sostituire l’illuminazione pubblica della città con soluzioni smart sia dal punto di vista dei minori consumi e quindi costi per i cittadini sia dal punto di vista delle soluzioni per migliorare la qualità della vita dei cittadini garantendo maggiore sicurezza con i sensori per il monitoraggio del traffico, la videosorveglianza….. Il progetto, del valore di 30 M€, in competizione con altri tre, venne bocciato ed il Comune decise di accedere alla fornitura Consip. Nel 2019 è stata inaugurata la nuova ed innovativa sede Enel, ”modalità Google”, davanti alla Chiesa del Carmine, nella splendida cornice del centro storico genovese, risultato di lavori di ristrutturazione iniziati nel 2018. Nel 2019 ha presentato al comune di Genova il primo progetto, in modalità PF, per elettrificare il trasporto pubblico del centro della città, con circa 130 bus elettrici di varie misure, con la relativa infrastruttura di ricarica ed un impianto FV da 1,5 MW ad alimentare il deposito di Sampierdarena per un investimento totale di 76,3 M€ ed utilizzo parziale di fondi per il rinnovo della flotta messi a disposizione del MIT.
Tra il 2018 ed il 2020 sono state contrattualizzate le attività per il primo grande refitting di due grattacieli iconici genovesi il WTC e Torre San Vincenzo, che sono diventati completamente elettrici.
Il Progetto WTC, che si è aggiudicato il premio Energy Efficiency Award per la sua formula contrattuale innovativa, ha previsto la sostituzione di caldaia a gas metano con n.2 pompe di calore gemelle a elevate prestazioni (950 kWt x2 e 900kWf x2) e rimozione di gruppi frigoriferi esistenti. Saving sui consumi 50%.  Il Progetto Torre San Vincenzo ha previsto l’efficientamento energetico del building con una pompa di calore aria/acqua ad alta efficienza da 2 MW per un valore di 1.2 M€. Saving sui consumi 45%. Il Condominio WTC, grazie all’incentivo Ecobonus, recupererà il 65% delle spese sostenute per gli interventi di miglioramento energetico e il credito d’imposta sarà ceduto a Enel X.
Sto siglando un accordo con UNIGE per supportare l’ingresso di Genova nel circuito “circular city” insieme a Milano e realizzare uno studio sul ruolo e sugli impatti che le circular cities possono avere per affrontare le sfide del nostro Pianeta. Inoltre a Genova il Gruppo Enel sta sostituendo i contatori intelligenti di prima generazione con dispositivi di seconda generazione e, man mano che i vecchi contatori vengono smontati, plastica, metalli vari e componenti elettronici vengono opportunamente lavorati per essere utilizzati nella produzione di materie prime secondarie.

 

 
sabato 11 Giugno 2022 / ore 15:00 - 16:15
Palazzo Soragna, Sala Conferenze
ENERGIA: È L’ORA DELLE RINNOVABILI
Introduce
Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola
Intervengono
Giuseppe Bergesio, amministratore delegato Iren Energia
Edoardo Garrone, presidente Gruppo ERG
Giuseppe Pasini, presidente Feralpi Group
Edo Ronchi, presidente Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile
Sonia Sandei, head of Electrification Enel Group
Conduce
Paolo Possamai, giornalista