Home » Premio Radical Green 2017: ecco le aziende vincitrici della 6^ edizione della Green Week

Premio Radical Green 2017: ecco le aziende vincitrici della 6^ edizione della Green Week

Le aziende premiate: Pedrollo, Pedon, Magis, Molino Rachello, Marina di Venezia e Seguso Vetri d’Arte. Menzione speciale allo scrittore Francesco Maino

Saranno consegnati nel corso di una cerimonia pubblica che si terrà nell’Auditorium del Dipartimento di Lettere dell’Università di Trento venerdì 3 marzo alle ore 18 i Premi Radical Green 2017. La Green Week premia infatti ogni anno le migliori storie imprenditoriali che contribuiscono, a vario modo e titolo, a diffondere e praticare la cultura della sostenibilità.

Per l’edizione 2017 gli imprenditori coinvolti, che interverranno durante la cerimonia per raccontare la propria esperienza, sono come ogni anno di primissimo livello.

Dalla provincia di Verona arriverà a Trento per ricevere il Premio e per raccontare una pratica di solidarietà con i paesi più poveri, in Africa ma non solo, l’imprenditore Silvano Pedrollo, fondatore della Pedrollo Spa, leader nella progettazione e realizzazione di pompe che contribuiscono a movimentare l’acqua là dove ce n’è più bisogno. La Pedrollo ha scelto di applicare condizioni di vendita particolarmente vantaggiose, nella convinzione che l’acqua non sia una comune merce da cui trarre profitto, ma una risorsa speciale che va garantita a tutti. In questo modo l’azienda manifesta tangibilmente una forma di rispetto nei confronti di chi ha più bisogno di solidarietà e attenzione.

Da Torre di Mosto, provincia di Venezia, arriva invece l’azienda Magis, leader internazionale nel design: alta qualità, tecnologia, accessibilità sono solo alcuni degli attributi che hanno caratterizzato l’azienda nei suoi 40 anni di storia. Una storia scritta “a più mani” con collaborazioni illustri – da Jasper Morrison ai fratelli Bouroullec e Kostantin Grcic – ma che si estrinseca ancora oggi in progetti concreti che rispettano siano le persone che l’ambiente. A ritirare il Premio Barbara Minetto.

Della provincia di Vicenza è invece la Pedon, azienda leader che opera nel settore alimentare con prodotti quali legumi e cereali sia convenzionali che biologici. L’azienda devolve parte del ricavato per finanziare progetti umanitari di respiro internazionale (Zimbawe, Etiopia, Brasile, Uganda) a supporto di organizzazioni non-profit come Save the Children e CESVI. In occasione di Milano Expo 2015, Pedon ha inoltre presentato il progetto “Save the Waste”, idea innovativa per la prima carta per packaging eco-sostenibile, 100% riciclabile, ottenuta dagli scarti di lavorazione dei fagioli secondo un modello economico virtuoso e circolare: un progetto ad ampio respiro che coinvolge e sostiene le comunità agricole, riutilizza gli scarti vegetali, produce nel rispetto dell’ambiente e destina risorse a sostegno di progetti etici e sociali. A ritirare il premio sarà l’amministratore delegato del gruppo, Remo Pedon.

Da Cavallino Treporti, nel litorale veneto, arriva la quarta azienda premiata. Un’azienda assolutamente particolare in quanto si tratta di un camping, il Marina di Venezia, che grazie anche all’intervento architettonico di Matteo Thun, ha saputo sviluppare un grado di sostenibilità ambientale che gli vale prestigiosi riconoscimenti, non ultimo quello del sito specializzato austriaco camping.info che lo ha eletto miglior camping italiano dell’anno. A ritirare il Premio il presidente Paolo Bertolini.

In tema di biologico, dalla provincia di Treviso arriva una storia secolare di attenzione all’ambiente. E’ la storia del Molino Rachello che si sviluppa negli ultimi anni proprio grazie alla produzione di farine solo da grani altamente selezionati, con una particolare attenzione ai cereali BIO di origine 100% italiana e al recupero di sementi antiche e dei territori di orgine. Ritirerà il Premio a Trento il presidente Gianni Rachello.

A concludere il novero delle sei aziende premiate nel 2017, una delle più antiche attività familiari italiane e sinonimo di sostenibilità a lungo – anzi lunghissimo – termine: Seguso Vetri d’Arte, attiva a Murano (VE) dal 1397. Un’eredità artistica –celebrata da papi e case reali, protagonista delle collezioni permanenti di oltre 100 prestigiosi musei internazionali, tra cui V&A Museum di Londra e il MoMa di New York, vincitrice del Compasso d’Oro e di altri ambiti riconoscimenti – che si tramanda da 23 generazioni. Ancora oggi si fonda su quattro valori cardine, integrità, sostenibilità, maestria, bellezza, condividendo i saperi della fornace attraverso la Seguso Experience, uno “storyliving” e un innovativo esempio di sostenibilità culturale. A ritirare il Premio Radical Green, Gianluca Seguso, presidente e amministratore delegato dell’azienda che quest’anno celebra i 620 anni di tradizione familiare.

Il Premio Radical Green assegna infine ogni anno una menzione d’onore a un personaggio proveniente dal mondo delle arti e della cultura: se lo scorso anno è toccata a Mario Brunello, violoncellista noto per il suo amore e la sua passione per la montagna che lo ha portato a collaborare con Arte Sella, quest’anno la Green Week ha assegnato il Premio a un grande scrittore, Francesco Maino, che con i suoi libri, in particolare Cartongesso (vincitore del Premio Calvino) e Ra-ta-tu-ja, ha saputo cogliere con grande acutezza le contraddizioni di uno sviluppo di un territorio simbolo, il Veneto, emblema di uno sviluppo distorto sul piano ambientale e paesaggistico dell’intero Paese.

Green Week | 6^ Edizione

Vivere sostenibile, abitare sostenibile: è questo il tema di fondo della sesta edizione della Green Week, la settimana della Green Economy che da martedì 28 febbraio a domenica 5 marzo attraversa l’intero territorio delle Venezie, da Udine a Trento, dove si concluderà con la seconda edizione del Festival della Green Economy. Da venerdì 3 a domenica 5 marzo Trento sarà infatti la capitale della Green Week, manifestazione promossa da VeneziePost, Università di Trento, Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Edmund Mach, MUSE-Museo delle Scienze e Trentino Sviluppo con il patrocinio di Comune di Trento e Provincia Autonoma di Trento. Tra gli ospiti della kermesse trentina: Mario Cucinella, Eliana Liotta, Federico Rampini, Edoardo Boncinelli, Rama Gheerawo, Oskar Norelius, Robert Schmitz, Ermete Realacci, Aldo Bonomi, Davide Tabarelli, Francesco Maino.

Come partecipare alla Green Week

Il programma completo della Green Week è disponibile online sul sito www.greenweekfestival.it. Tutti gli eventi della Green Week sono a ingresso libero: per avere garanzia di posto a sedere in sala, è consigliata la registrazione online sul sito seguendo le indicazioni in calce a ciascun evento.

Il sito internet della manifestazione è anche punto di riferimento per aggiornamenti in progress. E’ già molto attiva la comunità di Facebook (alla pagina ufficiale https://www.facebook.com/greenweekvenezie/) e di Twitter, disponibile al profilo @VenezieGreen; hashtag ufficiali della manifestazione #greenweek17 #greenweek.